Cucito creativo: borsa parigina per la dolce mia mammina!

  

In questo periodo un po’ complicato per mia madre, il primo “pensiero creativo” è andato a lei. Ho fatto un giro su www.ebay.co.uk per cercare qualcosa che andasse bene e finalmente ho trovato quello che cercavo: una deliziosa stoffa decorata con roselline, tour Eiffel ed una mademoiselle disegnata a tratto di matita, perfetta per una Paris-addicted come lei! Per la fodera ho scelto una stoffa nera a pois bianchi: se non altro, perchè “pois” è una parola francese :-)

Avrei veramente voluto fare un bel post, chiaro, lineare e didattico riguardo gli step per cucire la borsa. Purtroppo però, pare che questo 2011 debba mettere sempre il bastone tra le ruote (Sweety la chiama ESPERIENZA!) e così le cose non sono andate come previste.  La prima borsa fatta al corso mi era sembrata incredibilmente facile e veloce: non avevo considerato, però, che la stoffa arrivava nelle mie mani già tagliata, mentre una delle più grandi difficoltà (nonchè perdita di tempo) è data proprio da questo: valutare la quantità di stoffa necessaria per un oggetto e fare tagli possibilmente dritti.

Ma analizziamo nel dettaglio: prima di tutto tagliamo 2 pezzi di stoffa.

E qui c’è stato il primo errore: le misure prese 53 cm di larghezza x 40 cm d’altezza sono decisamente esagerate! A meno che non vogliate fare una shopping bag! Ma quello non era il mio scopo. Quindi direi che misure come 40 x 30 vanno più che bene. Se la larghezza fosse in eccesso potrete sempre recuperare con le pinces che vanno eseguite successivamente. Per chi non lo sapesse, le pinces (leggi pens) non sono altro che delle pieghe utilizzate per dare movimento e morbidezza alla linea della borsa.

Ho imparato che partendo dall’esterno è più facile. Con la riga alla mano, ho misurato 10cm per le laterali esterne, 7cm per quelle interne e 7cm per la centrale, ma ripeto, la mia era larga 53cm! Fate lo stesso, regolandovi con la vostra stoffa, su entrambi i pezzi.

Ora, tagliamo due strisce di stoffa a pois di circa 10cm d’altezza e cuciamole ai margini superiori della stoffa parigina, sempre dritto contro dritto! Tagliamo gli eccessi laterali.

Non so se a causa della mia recente visione di “Black swan”, ma ho pensato che un richiamo al vestito della demoiselle, in stile tutù, ci stesse bene. Ecco che allora, grazie alla mitica colla a caldo (ma se siete brave, potete farlo anche a mano), una passamaneria nera arriva danzando ad unire le  due stoffe.

Prendete la stoffa a pois per fare la fodera: sovrapponetela a quella precedentemente cucita e ritagliatene la sagoma, sempre per due.

Fate la stessa cosa con l’imbottitura, la trovate in qualsiasi merceria.

Con la stoffa parigina faremo anche la tasca interna, la mia è 24cm x 16cm. Sovrapponiamo i due rettangoli e cuciamoli, dritto contro dritto, lasciando uno spazio aperto per risvoltarli.

Chiudiamo il buco e fissiamo la tasca alla fodera cercando di centrarla, misurando le stesse distanze a destra e a sinistra.

Poi con la macchina, cuciamo a piedino, cioè vicino al bordo.

Posizioniamo le due fodere dritto contro dritto lasciando aperto il margine superiore (sembra stupido, ma può sfuggire) ed una piccola, ma non troppo, apertura laterale per il risvolto. Anche le due stoffe parigine (e l’imbottitura) andranno cucite dritto contro dritto lasciando aperto solo il margine superiore.

Ritagliamo un triangolo di carta di base 15,5 cm e lati di 11 cm. Appoggiamolo sugli angoli (6) di tutte e tre le “sacchette” cucite, parigina, pois ed imbottitura. Gli angoli devono essere formati dalla sovrapposizione delle cuciture. Tracciamo la linea della base e cuciamo lungo questa linea.

In questo modo non avremo angoli vivi e daremo profondità alla borsa. Tagliamo l’eccesso del triangolo oltre la cucitura.

Passiamo ora alle maniglie: ritagliamo quattro strisce larghe 5-6 cm e lunghe a piacimento, le mie sono di 60cm. Facciamo lo stesso (2 strisce!) con l’imbottitura (piatta stavolta!). Sovrapponiamo le stoffe dritto su dritto ed appoggiamole ad una striscia d’imbottitura. Cuciamo lungo entrambi i lati lunghi e risvoltiamo.

.

Ora, giriamo la fodera col dritto verso l’esterno e mettiamola dentro la stoffa parigina: in questo modo saranno disposte dritto contro dritto. Poi, il tutto andrà inserito nell’imbottitura.

Per accertarci della corretta posizione, fissiamo prima di tutto, le cuciture, tre per lato, poi fissiamo il resto con gli spilli.

Inseriamo i manici tra le stoffe, accertandoci che siano ben posizionati, altrimenti potreste cucirli arrotolati! Fissiamoli con spilli e controlliamone la distanza e la corrispondenza con gli antagonisti. Cuciamo tutto intorno.

Finalmente, infiliamo la mano nell’apertura laterale della fodera, catturiamo la stoffa parigina e l’imbottitura e tiriamole fuori. Se avete fatto le cose per bene, non avrete l’espressione da locomotiva che avevo io!

La foto qui sotto è il “prima”, mentre quella iniziale è il “dopo” dei vari interventi di accorciamento e restringimento!

Ho “ricamato” un piccolo cuoricino.

Lo so, non è meraviglioso, però è la prima volta e l’iniziale è una cosa che io e mia madre abbiamo in comune! Ed ora la prova del nove: se la indosserà le sarà piaciuta, altrimenti mi dirà che da un po’ di tempo preferisce NY a Parigi…

22 commenti

  1. Michela says:

    Brava Ruuuu… è bella davvero! E secondo te io c’ho capito qualcosa??? Alla terza riga di piegazione mi sono persa… non fà per me, ho più pazienza con i dolci:)

  2. Silvia says:

    Ciao!!! innanzitutto complimenti per la bellissima borsa…io fino ad oggi ho creato alcune bambole di stoffa e vorrei provare ora a fare una borsa così..devo dire che hai spiegato tutto molto bene…ma forse per il fatto che sono alle prime armi non riesco a capire alcuni passaggi soprattutto gli ultimi…da quando scrivi ” Per accertarsi della corretta posizione fissiamo prima di tutto le cuciture tre per lato poi fissiamo il resto con gli spilli”..perchè tre per lato..oddio quali lati?? e dove devo mettere i manici…mi sono persa..se vorrai aiutarmi ti ringrazio già da ora…grazie…Silvia

  3. Roby says:

    Hai ragione. Faccio sempre leggere il testo al mio fidanzato (che non ne capisce nulla) per essere sicura di scrivere frasi chiare ma evidentemente non basta. Ti rispondo via mail. A presto.

  4. Manu says:

    Ma che meravigliaaa !! Ora provo anch’io..Sono alle prime armi .. alle primissime direi, ma è spiegato proprio bene e mi invoglia a tentare !!

  5. Manu says:

    Eccomi di nuovo qui!! Vorrei prendere una macchina da cucire ( premetto non ne ho mai usata una) e imparare..Hai qualche consiglio da darmi, su marca, prezzo e prestazioni? Grazie. Manu

  6. Roby says:

    AHAHAHAH Allora, io ho avuto la fortuna di riceverla in regalo dalla mamma di Sweety che non la usava più e, ti assicuro, non ne capisco nulla!!! Ma conosco una persona che può esserti utile. Ti risponderò via mail. A presto.

  7. Manu says:

    Grazie mille stavo guardando per una Necchi 286 .. cmq aspetto consigli !! Grazie mille .. Gentilissima !!

  8. simona scaloni says:

    molto graziosa…..decisamente bellissima….la stoffa è stupenda e il modo in cui l’hai fatta eccezionale brava…brava….ti farò sapere se ne saprò fare una anche io…..

  9. ire_bi says:

    complimenti… è meravigliosa!!! ci proverò anch’io…mi hai fatto venire una voglia matta di borse frou-frou!! e se mi viene bene di fare anche un regalino bellissimo alla mamma x il suo compleanno!con questa idea farei di certo un successone! 😉
    ancora brava brava e BRAVA!

  10. Roby says:

    Grazie Irene, mi fai felice! Vorrei solo avere un po’ più di tempo per cucire, questo 2012 è così frenetico! A presto.

  11. sofia says:

    ciao, questo tutorial è semplicemente fantastico! Forse ce la posso fare anche io che non ho mai cucito! La tua borsa è bellissima :-) grazie

  12. alessandra says:

    sei stata un’ispirazione, mi sono divertita a guardare ora mi divertirò a provare a realizzarla…ti farò sapere com’è andata, nel frattempo Grazie!

  13. Sara Luce says:

    Ciao! Ho provato a fare questa borsa e ho cercato di cucirla seguendo passo per passo le tue indicazioni però non ho capito uno degli ultimi passaggi, quello in cui scrivi:”Ora, giriamo la fodera col dritto verso l’esterno e mettiamola dentro la stoffa parigina: in questo modo saranno disposte dritto contro dritto. Poi, il tutto andrà inserito nell’imbottitura. Per accertarsi della corretta posizione fissiamo prima di tutto le cuciture tre per lato poi fissiamo il resto con gli spilli”. Io la borsa alla fine l’ho cucita in modo diverso, applicando anche una cerniera per renderla più pratica, però mi piacerebbe capire come la cuci tu invece. Mi potresti spiegare quell’ultimo passaggio? Grazie mille! Sara Luce

Lascia una risposta

Current month ye@r day *