La mia prima bambola Tilda, II parte: la salopette.

  

Articoli correlati alla bambola Tilda:
Come cucire il corpo della bambola Tilda.
Come cucire i capelli e gli accessori della bambola Tilda.


Eccomi, eccomi! Ho cercato di cucire il più possibile nei pochi minuti disponibili, solo per voi! Dove eravamo rimasti? A sì, la nostra bambolina girava nuda tra le piante. E’ ora di vestirla!

Mi scuso anticipatamente per la scelta dei colori delle stoffe. Mi sono incastrata da sola. La prossima volta starò più attenta.

Fare la salopette non è stato complicato, lo è stato molto di più cercare d’interpretare certe frasi mal tradotte (credo) in questo libro d’origine svedese.

Prima di tutto dobbiamo tagliare 4 pezzi di stoffa: 2 per i pantaloni verdi, 2 per i risvolti rossi. Le dimensioni ce le darà lo schema che troviamo nel libro, Tilda tante idee.

Importantissimo è far coincidere il tratteggio con la cucitura del passaggio di stoffa.

Ora disegniamo la sagoma e ritagliamo a 5 mm dal tratto della penna. IMPORTANTISSIMO: i disegni devono essere speculari 2 a 2.

Appoggiamo le stoffe dritto contro dritto e cuciamo lungo il tratto curvo.

Prepariamo le tasche, la cintura e la parte superiore della salopette.

Ritagliamo a 5 mm dal tratto di penna, giriamo, stiriamo. Attacchiamo le tasche lungo il margine curvo inferiore. Lateralmente cuciamo con punto zig-zag.

Io ho cucito anche il margine superiore, ma era possibile farlo anche successivamente, insieme alla cintura. Qui il mio primo errore: come sapete, io imparo a cucire con voi. Le mie sono sempre prime volte, quindi, per chi è inesperta come me, è impossibile che vada tutto tutto liscio, ma non scoraggiatevi! Ho cucito le tasche troppo in basso. L’altezza giusta è questa

In questo modo la cinta andrà a cadere proprio sopra le tasche, chiudendo, così, il margine superiore. Io ho forzato la posizione. La salopette è risultata, quindi, troppo corta. Ho risolto allungando le bretelle 😀

Occupiamoci della nominatissima cintura. Facciamo coincidere i margini di cucitura della salopette, della pettorina e della cintura che deve essere nel centro.

Cuciamo.

Alziamo la pettorina, abbassiamo la cinta.

Stiriamo. Cuciamo la cinta lungo i lati corti ed il lato lungo in basso.

Ora uniamo le 2 metà della salopette, come sempre, dritto contro dritto.

Risvoltiamo e stiriamo. Ora rigiriamo verso l’interno la fodera rossa.

Risvoltiamo una piccola parte e fissiamo con qualche punto.

Le bretelle misurano 13 cm x 3 cm. Le mie un po’ di più :-)

Pieghiamo un lato lungo ed uno corto e stiriamo. Poi pieghiamo in 2 e cuciamo lungo i 4 lati.

Facciamo indossare la salopette alla bambola e fermiamo le bretelle posteriormente con gli spilli. Cuciamo come visto per l’oca, lungo tutto il contorno del punto vita.

Il progetto non prevede pinces, io ne ho comunque fatte 2 posteriormente.

Quasi ci siamo. Ora devo solo trovare della lana bouclè per i capelli, qualcosa per creare le scarpe e fiori o altro, per abbellimento. A presto con l’ultima parte del progetto Tilda kitchengarden!

14 commenti

  1. Stefania says:

    Sei davvero brava ma soprattutto molto generosa…fotografare tutti i passaggi e poi spiegarli così bene.Io impazzisco per queste bambole Tilda e ho la casa piena di stoffe!!! Finora non ho trovato il tempo(tutte storie che mi racconto ovviamente)per cominciare.Scusa ma dove si trovano i libri?

  2. Roby says:

    Dai, dai, se lo trovo io il tempo puoi farlo anche tu!I libri puoi trovarli online su IBS o su Amazon.it, ce ne sono moltissimi. Altrimenti cerca il negozio di hobby più vicino a te. A presto e grazie per i complimenti 😉

  3. olga says:

    Mi puoi aiutare ,se possibile? La settimana scorsa avevo trovato tutti i cartamodelli gratis per fare le varie tilda , anche quella per il mare ,ma non riesco più a trovare il link. Mi dici per favore da dove li hai scaricati ?
    Adoro la tilda!!!!!!!!!!
    grazie Olga

  4. Roby says:

    Cara Olga, mi dispiace deluderti ma non ho scaricato i modelli. Ho comprato i libri di Tone Finnanger e gli schemi sono nelle ultime pagine. Mi dispiace non esserti utile.

  5. Ali says:

    Ciao Roberta, mi sono appena arrivati tre libri Tilda dall’inghilterra wowowowowo (su amazon uk costano la metà che qui in Italia) peccato che non ho capito nulla di come fare una tilda…e così mi sono messa a bazzicare su internet e sono arrivata qui da te….complimenti!! ora si che mi si sono schiarite le idee grazie non mi resta che mettermi all ‘opera e seguirti passo a passo.
    Piacere io sono Leila, sono di Treviso. complimenti ancora

  6. Roby says:

    AHAHAAH Troppo forte!Mia cara Leila, i libri che spiegano come fare una Tilda li trovi pure in italiano. Ma ormai è fatta, usami a tuo piacimento!!! 😉 Io compro su ibs.it

  7. francy says:

    Grazie Roberta per aver pubblicato questo tutorial, mi sarà molto utile. A roma c’è un sito che vende i libri della Tilda, ma non è fornitissimo come ibs. Volevo sapere, dove posso trovare l’imbottitura, per la bambola e le stoffe che so essere molto care. Parlo sempre di Roma, tanto spesso sono lì.
    Grazie

  8. Roby says:

    Cara Francy, se riesci ad arrivare ad Acilia, fai un salto alla Cartareccia, dove troverai di tutto e di più. L’imbottitura puoi trovarla in tutti i negozi di belle arti o mercerie. Le stoffe americane sono molto costose e piuttosto leggere, prima proverei in un negozio fornito di stoffe. Va bene Diffusione Tessile ad esempio, o il negozio Bagarre di Ostia. Ma sicuramente ne troverai altrettanti più vicino al centro. Fai un giro in rete. A presto.

  9. Valentina says:

    sei davvero molto brava, io sono sicuramente molto più pasticciona di te :) volevo solo sapere che tipo di stoffa si usa per la parte color carne.. vorrei provare anch’io a fare una tilda ma mi sembra difficile risvoltare quelle gambe così lunghe ed esili .. e grazie per il tutorial :)

  10. Roby says:

    Cara Valentina, non c’è creatività senza pasticcio! Puoi usare tutte le tonalità che preferisci dal bianco sporco al beige scuro di una stoffa misto cotone, un po’ spessa. Ingrandisci i cartamodelli in A2, sarà tutto più facile 😉 P.S. per risvoltare gambe e braccia, io uso il manico della paletta di legno da cucina.

Lascia una risposta

Current month ye@r day *